roberto carrer

pittore

Ho ri-cominciato a dipingere nel 2013: volevo rendere un piccolo e personale omaggio al pittore torinese Francesco Tabusso. Era stato, insieme a Francesco Casorati e Romano Campagnoli, mio professore ai tempi del liceo artistico, che ho frequentato negli anni ’70, ma con lui e la sua pittura si era instaurata una particolare simpatia. Riprendere in mano tele e pennelli cercando di interpretare alcuni sui dipinti non è stato solo il piacere di farlo ma, piano piano, dipingere si è rivelato un gusto più profondo per una nuova e piacevole sfida. Certo, perché erano passati quasi 40 anni dai tempi del liceo, e da allora mi ero occupato di un sacco di altre cose, ma non di pittura.

 

Dopo il liceo ho frequentato la Facoltà di Architettura e, nel contempo ho collaborato con alcuni negozi di arredamento realizzando progetti di arredo e ristrutturazioni, finché nei primi anni ’80 ho conosciuto Giuseppe Raimondi noto architetto e designer torinese, e sono entrato a far parte del suo studio in piazza Castello. Con lui ho realizzato numerosi progetti: sedie, tavoli, divani, letti, lampade, tessuti e complementi d’arredo, oggetti di design nei quali ancor oggi mi capita (piacevolmente) di imbattermi.

Negli anni ’80 e ’90 sono stato a lungo impegnato nel settore della Comunicazione e del Marketing, fondando dapprima l’agenzia Freeline con la quale ho realizzato progetti di comunicazione, grafici, editoriali e multimediali per numerose aziende ed enti, fino alla seconda metà degli anni ’90 quando, chiamato a Milano dal gruppo Fininvest, ho realizzato le “Pagine Utili”, il prodotto editoriale concorrente delle Pagine Gialle e, per alcuni anni a seguire, ne ho curato l’aspetto grafico ed editoriale.

 

All’inizio del nuovo millennio mi sono trasferito in Liguria dove, con un amico e socio ho creato e realizzato operazioni immobiliari di pregio, curando in prima persona l’aspetto architettonico e il design, tanto degli immobili quanto degli arredi interni e dei giardini.

 

Tornato a Torino nel 2010, dopo aver lavorato a Milano, ad Albenga e a Roma, continuo ad occuparmi di comunicazione grafica e design e, sempre di più, di tele, colori e pennelli.

 

Oggi dipingere è una passione sempre più forte. Amo le tele di grandi dimensioni dove interpretare a modo mio l’opera di grandi artisti, e ciò mi consente di spaziare tra stili, epoche e soggetti eterogenei, dandomi l’opportunità di misurarmi con nuove sfide e pormi sempre nuovi obiettivi, senza trascurare la ricerca personale.

 

copyright  2014-15                         Roberto Carrer